Jeans, ritrovamenti e dimenticanze.

Ritrovare, per caso, qualche soldino in una tasca di un paio di jeans che non si indossavano da un po’ è sempre piacevole. Si tratta sempre di cinque/dieci euro, è un bel ritrovamento sì, ma non cambia la vita. Ho anche pensato di lasciarli intenzionalmente, dimenticarli intenzionalmente, per la serie “accontentiamoci di poco”.

E pensavo, anche, che sarebbe bello se si potesse fare lo stesso con qualcuno, se si potesse dimenticare così facilmente qualcuno, per poi riscoprirlo dopo qualche tempo, magari cambiato. Anzi, sarebbe molto meglio se, nel periodo in cui quella persona è li’ ben nascosta in quella tasca di quel jeans che non portiamo così tanto spesso, ci rendessimo conto che siamo noi quelli cambiati e che se quel paio di jeans non lo mettiamo così tanto spesso ci sarà pure un motivo. Sarebbe bello essere consapevoli che quel ritrovamento potrà anche strapparci un sorriso sul momento, ma la nostra vita, molto probabilmente, rimarrà la stessa. Io di jeans che non porto praticamente mai ne ho, quindi pensavo di sfruttare una tasca per infilarci un po’ di brutti ricordi e un po’ persone con l’obiettivo di dimenticarmeli definitivamente, quei jeans.