Grazie al blog, grazie alla musica.

Probabilmente l’ho già scritto da qualche parte, ma questo blog è nato essenzialmente come sfida verso me stessa. Io sono una persona che si entusiasma subito, parto in quarta, ma altrettanto rapidamente mi stufo, mi annoio e metto da parte (non parlo degli affetti, ovviamente). Io sono anche una persona che ha sempre fatto fatica ad esporsi, a dire – senza timore – quello che pensava. Lo so che non sembra. Lo so. Ed è proprio questo il punto. L’Ilaria di adesso è diversa dall’Ilaria di circa un anno e mezzo fa, quindi dall’Ilaria che ha aperto questo piccolo blog. Quindi da un lato mi ero detta “Ilaria devi imparare ad esporti di più, non devi aver sempre paura di dire quello che pensi, non devi sempre aspettare che siano gli altri a decidere per te”, dall’altro ho detto anche “Proviamo a creare un qualcosa e a mantenerlo, a differenza del solito”.

Tutto questo per dire che questo spazio mi ha aiutata veramente molto e me ne rendo conto ogni giorno di più. Prima di tutto perché è una grande valvola di sfogo. Mi rendo conto che spesso mi lamento per cose che sembrano (sono?) delle stupidaggini e mi rendo conto che ci sono dei problemi molto più grandi e seri, ma io ci metto il cuore in tutto quello che faccio, che sia la vita privata o lavorativa, e quando nonostante il mio grande impegno qualcosa va storto, io mi incazzo e mi devo sfogare. E allora scrivo e/o mi ascolto una canzone e la pubblico. Ecco, un grande punto fermo nella mia vita è la musica. Ci sono emozioni/situazioni che non riesco ad esprimere a parole. Non ce la faccio, ci provo ma non riesco. Di solito, in questi momenti inizia a girarmi in testa una canzone… una canzone che è perfetta per quel momento. Raramente devo andarla a cercare, arriva lei. Magari l’avevo ascoltata parecchio tempo prima, ma nel momento giusto, eccola. E’ lì e grazie a lei provo a far capire cosa sento. La musica rende palese il mio non detto, mi fa da supporto, da colonna sonora. La musica mi traduce i pensieri e le emozioni, ecco.

Quindi grazie alla musica perché, spesso, parla al posto mio e grazie al blog perché, nel suo piccolo, mi ha aiutato a crescere e soprattutto mi ha dato la possibilità di conoscere alcune persone che mi hanno aiutata veramente molto e che posso, tranquillamente, definire amici.

P.s. Non ho riletto, abbiate pietà di me.