Rabbia e stop.

Sono molto arrabbiata nei confronti dell’intero misero genere umano.

Ieri pomeriggio mi è stata portata in clinica una gatta morente, lasciata agonizzante sul bordo della strada dopo esser stata investita, chissà quante ore (giorni?) fa. Nessuno, né quel bastardo ce l’ha investita né le centinaia di persone che sono passate di lì (quasi in centro città) ha controllato se fosse viva o morta. E si vedeva benissimo, non era nascosta.

La gatta è arrivata da me con 26 gradi di temperatura corporea, priva di coscienza, pressione illeggibile, grave ernia addominale, frattura dello sterno e tutta la parte posteriore divorata dalle larve di mosca. Dopo le prime cure (riscaldamento, flebo, etc etc), ha aperto gli occhi e alzato la testa.

Non so se ce la farà perché la situazione è gravissima. L’ho chiamata Lazzarina, perché è letteralmente resuscitata.

Vi racconto tutto ciò per dirvi che quando si vede un animale in mezzo alla strada o sul bordo della strada e sembra morto bisogna fermarsi e controllare, ma quasi nessuno lo fa perché il genere umano è una merda con il pollice opponibile.

Fine.

Annunci

37 pensieri su “Rabbia e stop.

  1. la mia gatta e’ stata lanciata da una macchina in corsa, e’ stata presa dai volontari del gattile e dopo averla curata e’ stata messa in adozione.
    Io ho impiegato un anno per curare le ferite “dell’anima”, solo da poco Maya viene in braccio a me, gioca e si rotola per terra come i gatti felici.
    Non credevo che sarebbe diventata una gatta normale, ora e’ la mia gioia

  2. Ma figurati che qualche anno fa avevo visto da lontano un uomo caduto sul marciapiede con la moto accanto, decine di persone in macchina gli sono passate avanti e qualcuna a piedi pure e NESSSUNO si è fermato! E non aveva nemmeno sangue in giro o chissà che magari poteva far schifo. Nulla. Il signore era molto spaventato, io mi sono fermata inginocchio a parlarci un po, gli ho chiesto se voleva andare in ospedale, gli ho dato delle caramelle, lui si è alzato e ringraziando ha ripreso la moto. Io non gli ho nemmeno detto di essere medico. Che non ho fatto nulla di medico ma solo qualcosa che ogni essere umano avrebbe potuto fare.
    Quoto il commento di Zeus!

      1. hai ragione in questo. Ma la strada che faccio non è igienica per le fermate. Stretta e con un canale senza protezione. Inoltre molti la prendono come un autodromo 😦

  3. Siamo noi gli animali come ho detto già altre volte ,ma nel senso proprio di bestie dotati di un intelligenza di cui ne facciamo cattivo uso. Povera piccola…facci sapere se si è salvata ! Un abbraccio a te e una carezza e Lazzarina 😢

  4. Una mattina mi sono svegliata e un gatto era praticamente agonizzate sul ciglio del marciapiede dove abitavo. Sicuro il micio di qualcuno dei vicini qui a Bruxelles 😦
    Non ho mai spauto dopo che sono venuti a prederlo se sia mai sopravvissuto.
    Ed ero l’unica in vestaglia che sembravo scappata da un manicomio, ad aver avuto la forza di chiamare qualcuno.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...