Cantare il Faber (2)

Nel post di qualche giorno fa avevo dimenticato parecchie cover di canzoni di Fabrizio De André, quindi ecco qui la seconda parte.

Non si può non citare la Pfm, che con De André ha collaborato e ha reinterpretato moltissime sue canzoni. Ho scelto Zirichiltaggia perché è una bella testimonianza dell’amore del Faber per la cultura sarda.

 

Ottima l’interpretazione di Khorakhané della Mannoia, la sua voce elegante e mai esagerata si sposa perfettamente con il tema (non semplice) della canzone.

 

Hotel Supramonte è una canzone che amo e in cui De André racconta del suo sequestro, quindi è un brano molto personale, intimo e per questo ho molta difficoltà ad ascoltarlo cantato da una voce diversa da quella del Faber. Nonostante ciò, è apprezzabile la versione di Roberto Vecchioni.

 

Io ho sempre avuto un debole per Jannacci, era un uomo di grande cultura e sensibilità e la sua delicata versione di Via del campo (seppur molto diversa da quella di Fabrizio) mi ha sempre emozionato e vi consiglio di ascoltarla [sì, ci sarebbe la storia del plagio, ma poi De André e Jannacci si sono chiariti, quindi parole di De André e musica di Jannacci].

 

Nel reparto “schifezza” c’è Amico fragile cantata da Vasco Rossi. Il Faber l’ha descritta come la sua canzone più rappresentativa, qui si espone, si descrive e critica se stesso e la società in cui vive (o sopravvive). L’interpretazione di Vasco è penosa, quindi caro Vasco prendi per mano il Liga e insieme meditate sui vostri errori.

 

E qui si chiude la seconda puntata. Forse, alla prossima 🙂

 

Annunci

6 pensieri su “Cantare il Faber (2)

  1. Bellissima scelta. A parte Vasco Rossi… mi ha fatto venire le convulsioni. Mamma mamma…
    La Mannoia ha fatto una bella performance. Concordo con quanto hai detto su Hotel Sopramonte, Vecchioni è bravo (Samarcanda mi è sempre piaciuta), ma senza la voce di Faber la canzone perde tantissimo. Nella voce di Fabrizio c’è tutto quello che la canzone non dice.

    1. Vasco Rossi è imbarazzante.

      Vecchioni mi piace e lo ascolto spesso, ma appunto questa canzone è una “fotografia” di un fatto così personale che è difficile (credo impossibile) creare la stessa emozione. E’ comunque “piacevole” da ascoltare.

      Son contenta ti sia piaciuta la selezione 🙂

      1. Sì, non parlarmene va ahahahah.

        Concordo, la sua versione è “piacevole”. Con Faber è un pugno nello stomaco.

        Sì… e non accetto il “vediamo” per la prossima 😛

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...