Sarà la stessa mano che ti accende e ti spegne.

Ho capito che c’è solo un modo per stare un po’ meglio: non fermarmi.

Perché se mi fermo, mi sento soffocare.

Perché se mi fermo penso a tutto quello che non ho e che mi manca.

Perché se mi fermo, mi sento sola e non riesco a sbloccarmi da questa cazzo di situazione. E mi sembra di sprecare un sacco di tempo, un sacco di energia per niente.

Ma non posso stare 24 ore su 24 in clinica con cani e gatti (perché lì sto meglio).

E’ stato proprio un fine settimana di merda.

…Quel taglietto sul tuo palato che si rimarginerebbe se la smettessi di stuzzicarlo con la lingua… ma non puoi…

Annunci

45 pensieri su “Sarà la stessa mano che ti accende e ti spegne.

  1. E allora cerca di tenerti in movimento, mentre sei ferma… non fa senso?! Allora prova con “e cercare un hobby che ti distragga?!” 🙂 potrebbe essere una soluzione interessante, sfruttare tutto il moto canalizzandolo in un hobby, in una attività.

      1. AHahahaha… guarda che bisogna sudare per diventare il grande Faber. E tu stai sudando!! 🙂 Ti fregano gli studi in veterinaria (lui era giurista… come sempre, chi studia giurisprudenza poi fa altro) ma il resto è ok. Vabbeh, a parte il fatto che lui era un LUI e tu una LEI… eheh

      2. Pero’ prima di iscriversi a legge aveva frequentato qualche corso di medicina mi sembra! Devo controllare 😀

        Diciamo che ora nel mio repertorio c’è: La canzone del sole, Il gatto e la volpe…e…..basta ahahahah 😀

      3. Ottimo… così adesso so che oltre ad aver fatto una vera carriera aveva una cultura anche in altri ambiti 😀

        Beh, sei all’inizio… ma sempre meglio del sottoscritto… ahahahah

  2. Non puoi soffocare te stessa, vivendo solo per la professione. Devi trovare altre attività che ti possano impegnare nel tempo libero, fine settimana compresi. E’ chiaro che ti manca qualcosa, che si chiama amore, ma vivendo in clinica i treni passano e le occasioni fuggono

  3. tori amos? sicura che sia la scelta giusta per i tagli sul palato?
    penserei ai sabbath e al non fermarsi.
    tori amos fa tanto anni ’80 e capelli cotonati. puoi mettere dele spalline a cani e gatti e fare un gruppo glam rock, quello si che ti aiuterebbe a non star ferma 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...