E adesso aspetterò domani per avere nostalgia.

 

Io, essenzialmente, sono stanca.

Sono stanca perché sono mesi che mi addormento (quando mi addormento) con il pensiero che non sarà mai più come prima. Perché io, PRIMA, ero felice.

Sono stanca e sono anche arrabbiata con me stessa perché in qualche modo la forza per andare avanti la devo trovare e invece per ogni passo avanti, ne faccio due indietro.

Sono stanca, sono arrabbiata e sono delusa. E non solo da me stessa, questa volta.

E forse, quando inizierò ad essere arrabbiata non solo con me stessa, forse, alzerò la testa e vedrò tutto con occhi diversi.

Forse.

E se non lo trovo, un nuovo amore,  non importa. Preferisco la libertà di rimanere per sempre a cercarlo che l’orrore di sapere che non esiste un altro che io possa amare come ne ho amato solo uno in questa vita. Sai chi? Te stronzo.

G.G. Marquez.

Annunci

36 pensieri su “E adesso aspetterò domani per avere nostalgia.

  1. Eppure,nonostante tu sia stanca arrabbiata e delsua,tra le tue parole si legge una donna estremamente forte.
    Non sarai più felice come lo eri,ma lo sarai ancora in modo nuovo e diverso. Magari anche migliore.

  2. Leggo forza e determinazione anche se magari a te puó non sembrare.
    Incazzati e vai dritta per la tua strada che ne hai parecchia davanti.
    Un abbraccio forte.

  3. Se ho imparato una cosa negli ultimi 365 giorni è che il nero si può sconfiggere…365 giorni fa andavo per la prima volta dal neurologo, priva di qualsiasi forza e volontà di continuare ad esistere…oggi sorrido al mio futuro perché la vita “è tutta un equilibrio sopra la follia”! Apriti allo stupore

    1. Ciao 🙂 Io circa tre anni fa andavo per la prima volta dal neurologo, convinta che, comunque, a causa del mio problema avrei dovuto lasciare l’università e molte altre cose..invece ora é tutto diverso e tra qualche mese mi laureo 🙂 Hai perfettamente ragione 🙂 Grazie mille per il tuo commento, un abbraccio 🙂

  4. Vedo che stanno già rincuorandoti abbastanza bene anche gli altri. Io sono qui solo a molestare.
    Perché se do fastidio, almeno non ci pensi per un po’ ai tuoi problemi. Perché te ne creo di nuovi! 😀

      1. 😀
        Sono un po’ stanco stamattina, ma tento di rompere le balle come meglio posso, un po’ come quel pomodoro in frigo che va da un altro pomodoro e gli dice: “Ehi, come è andata poi ieri sera con la tipella? Tutto ok?”
        E l’altro: “AAAAAH, un pomodoro che parla!”

  5. Potrei dire molte cose, ma non so quale esattamente servirebbe… ti dico la più cruda: ieri è morto. C’é poco da incazzarsi! C’é solo da guardare oggi, oggi che cosa c’è? Altre cose, diverse, ma sicuro c’è qualcosa 🙂

  6. Oggi sei delusa ed arrabbiata, ma domani… bhè il domani è sempre una sorpresa gradita. Soprattutto quando scoprirai che il tempo lenisce e tu saprai riconoscere gli stronzi a vista;)
    Ti mando un abbraccio
    S

  7. quanto ti capisco. 🙂 Metti i ricordi e i rancori in un baule e chiudi bene a chiave. Butta la chiave in un fiume, il baule seppelliscilo bene nel campo. Poi girati, vai per la tua strada e non voltarti mai più. C’è un mondo a scoprire… basta andarlo a prendere.

  8. Ok, arrivo con il delay… come sempre. Sono in costante slow-motion in questi tempi.
    Allora, ti mando un abbraccio. E, in secondo luogo, essere incazzati funziona. Non sempre, ma funziona.

    1. Grazie Zeus 🙂 🙂
      Il problema è che bisogna anche avere il carattere giusto per riuscire ad incazzarsi e usare l’incazzatura, insieme a molte altre cose, per cercare di voltare pagina. E io non so se sono così. Comunque, ci proviamo 🙂

      1. Ma probabilmente è per questo che la ricompensa è così alta e generosa… perché è difficile 🙂
        [ok, suona da frase ad effetto.. ma sono sincero]

      2. Penso anch’io sia così 🙂 Prima o poi, da tutto questo schifo, nascerà un bel girasole 😀
        Questa mattina sono positiva. Quanto durerà? Sono aperte le scommesse eheheh 😀

        [Grazie, comunque 🙂 :)]

      3. aaah, grazieeeee grazieee 😀 😀 😀 Resisto io 😀

        Dato che sei così gentile, avrei anche da fare la spesa ma non ho voglia di uscire perché fa caldo, poi ho una tapparella da sistemare perché si incastra ogni tanto e poi devo consegnare due libri in biblioteca che mi scade il prestito. Così, per dire ahahah 😀 Scherzo 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...