“Sono saccente eh? E la donna saccente rompe i colions!”

 

La legge? Lo so signora che c’è la legge. La famosa 194 che ci protegge. E’ dalla legge che sto arrivando, non le dico la trafila per trovare un medico che mi facesse il certificato d’aborto. La trafila per trovare l’ospedale che mi mettesse in lista. Finalmente mi mandano a chiamare, vado dentro, obiettavano tutti, signora. Obiettavano le infermiere, obiettavano quelli che scopano per terra, quelli dell’analisi. Come obiettava il cuoco??! Che se non ci fossero state quelle ragazze che occupavano il repartino saremmo crepate di fame. Poi è arrivata la polizia, sbatte fuori le ragazze. Io mi sono spaventata, mi sono detta ” con questa legge va a finire che mio figlio mi nasce di 24 anni. Con già il militare fatto, disoccupato, pronto per emigrare in Germania”. Franca Rame.

No ma stiamo tutti tranquilli e sereni. Sono passati tanti anni. Oggi certe cose non succedono più. Oggi è impossibile che una donna venga lasciata sola in un momento così terribile.

Poi ti svegli. Era un sogno.

E la realtà è ben diversa. Anzi, purtroppo,  è sempre la stessa.

Annunci

6 pensieri su ““Sono saccente eh? E la donna saccente rompe i colions!”

    1. Già. Meno male.
      Poi il principio dell’ obiezione di coscienza sorpassa quasi costantemente quello dei diritti, e personalmente lo trovo intollerabile.
      Il percorso è veramente ancora lungo e pieno di ostacoli, di indifferenza, di mancanza di sensibilità e di conoscenza.

  1. E’ un problema di cultura, specialmente in Italia, ma non solo. Se i diritti delle donne devono essere tutelati dalla legge, vuol dire che non abbiamo ancora capito niente.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...